+39 015 0991174 | info@ilfilodatessere.com

News

[Fonte: Corriere del Mezzogiorno - Corriere della sera]

Con il «Corriere della Sera» un nuovo settimanale interamente dedicato al no profit, diretto da Elisabetta Soglio, è in omaggio da oggi e per tutti i martedì.

A partire da oggi il Corriere della Sera ogni martedì sarà in edicola con un nuovo inserto settimanale gratuito ( e così ogni martedì): “Buone Notizie. L’impresa del bene”. Una sfida editoriale dedicata alla forza, all’energia, alla creatività e alla professionalità del no profit e di tutti coloro che contribuiscono a un futuro – anzi: a un presente – migliore nel nostro Paese. “Buone Notizie” nasce all’indomani della riforma che dà una nuova immagine, un nuovo ordinamento e nuove prospettive al mondo del volontariato, che comprende più di 300.000 organizzazioni e coinvolge oltre 7 milioni di cittadini che dedicano tempo all’impegno in tutti gli ambiti: assistenza, salute, accoglienza, istruzione, welfare, sport, cultura, attività produttive, tutela del paesaggio.

Fontana: «Racconteremo storie positive»

«Buone Notizie — annuncia Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera — vuole raccontare buone pratiche e storie positive di impegno e solidarietà, per dare voce all’Italia che non si arrende, ai singoli volontari, ai giovani che fanno impresa sociale. Su questo mondo c’è tanto da dire, e uno strumento di informazione e approfondimento nazionale come “Buone Notizie” può diventare una piattaforma di confronto e scambio per le organizzazioni e gli operatori dell’impresa del bene»…

Per saperne di più clicca sul link sopra oppure qui http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/17_settembre_16/arriva-buone-notizie-volontari-imprese-sociali-cosi-corriere-racconta-bene-c4827f34-9aef-11e7-9d94-cad83410ed7d.shtml

[Fonte: Corriere della Sera]

Sono stati raccolti dal Corriere della Sera nella sezione “Buone Notizie”,  i principali dubbi degli enti convolti sul progetto di riforma del volontariato. Risponde il consulente del governo Gabriele Sepio che è tra gli estensori della legge.

Primo dubbio: Il tempo per l'adeguamento

Una organizzazione di volontariato ha tempo 18 mesi per apportare le modifiche al proprio statuto per adeguarsi al codice del Terzo settore. Nel frattempo ci sono norme che è già tenuta ad applicare? Cosa cambia nel periodo transitorio?

Le Organizzazioni di volontariato (Odv) avranno 18 mesi di tempo per adottare, con assemblea ordinaria, le modifiche statutarie previste dal codice del Terzo settore (Cts). In attesa dell’istituzione del registro unico nazionale, le Odv resteranno iscritte negli attuali registri se le modifiche saranno con questi compatibili. Dal 1 gennaio 2018 le disposizioni agevolative della L. 266/91 verranno sostituite dal codice (le detrazioni per erogazioni liberali saliranno al 35%), mentre per le Odv iscritte nel registro unico i nuovi regimi fiscali forfettari (art. 80 e 86 Cts) entreranno in vigore dal momento della autorizzazione della Commissione europea…

Per continuare a leggere clicca sul link sopra oppure qui http://www.corriere.it/buone-notizie/cards/riforma-terzo-settore-dieci-domande-dieci-risposte/tempo-l-adeguamento_principale.shtml

[ Fonte: Vita.it]

“Impresa sociale anno uno” è il titolo della giornata che VITA e CGM organizzano il prossimo 14 dicembre a Milano a BASE. Una mattinata dedicata alle prospettive e al tema degli investimenti. Nel pomeriggio voce alle esperienze.

Segnatevi la data: 14 dicembre. Al termine dell’anno che ha visto la storica approvazione della Riforma del Terzo Settore, VITA e CGM hanno ideato e promosso, insieme a Social Impact Agenda per l’Italia, INnovare X INcludere, con il sostegno di Intesa Sanpaolo e in partnership con il Gruppo Unipol, una giornata di riflessione dedicata ad uno dei contenuti più innovativi della Riforma, quello che riguarda la nuova Impresa sociale.

La giornata, organizzata a Base, si dividerà in due momenti. In mattinata vengono a messi a tema, “Investimenti, impatto, talenti per la nuova economia sociale”. Il futuro dell’impresa sociale corre sui binari della finanza sociale e dei modelli imprenditoriali innovativi capaci di generare impatto. Quali opportunità arriveranno dal “cuore invisibile dei mercati” e come tradurle in esperienze di cambiamento e sviluppo nelle comunità? «Se vogliamo far decollare davvero l’impresa sociale», spiega Stefano Granata, presidente di Cgm, «occorre procedere raccordando soggetti diversi che permettano di costruire l’ecosistema necessario. Per questo insieme a noi abbiamo chiamato esperti ed esponenti delle community di Social Impact Agenda per l’Italia e di InnovareXincludere».

Al pomeriggio, dopo i saluti di Maria Luisa Parmigiani, Sustainability Manager del Gruppo Unipol, sarà la volta del racconto “in diretta” di alcune esperienze innovative di imprenditoria sociale, a testimonianza di una vitalità che ora nella nuova legge può in molti casi trovare un “ambiente” in cui esprimersi al meglio.

L’incontro sarà l’occasione per lanciare esperienze nascenti come OPENCARE…

Per saperne di più clicca sul link ad inizio articolo o clicca qui http://cgm.coop/impresa-sociale-anno-uno/

Per iscriverti all’evento clicca qui http://bit.ly/2z6mrK9

Il catalogo dedicato alla regalistica aziendale 2017 presenta una selezione dei migliori prodotti Altromercato, in 15 cluster.

Le proposte sono suddivise per fasce di prezzo, evidenziate cromaticamente.

Una legenda, posta nella seconda di copertina, ne aiuta la decodifica.

Il tema portante del catalogo 2017 è quello di un “viaggio nel gusto” che tocca le eccellenze e le filiere Altromercato di tutto il mondo, presentate proprio dai protagonisti dell’impegno quotidiano che l’azienda porta avanti da oltre 30 anni: i produttori. Ogni confezione ha quindi il nome di un produttore Altromercato e ne racconta la storia.

Commercio Equo e Solidale significa:

  • riconoscere il giusto prezzo ai produttori del Sud del Mondo
  • promuovere la giustizia sociale e la dignità
  • favorire uno sviluppo sostenibile per la vita e l’ambiente
  • promuovere i diritti umani
  • garantire condizioni di lavoro e di vita sicure e dignitose
  • offrire opportunità di formazione e informazione per la crescita sociale ed economica
  • fornire credito solidale e prefinanziamento ai produttori
  • rispettare la continuità delle relazioni commerciali

Per saperne di più vai su http://www.raggioverde.com/news/ceste_natalizie_eque_e_solidali.html

cooperjob logologo cgm logo confcooperative logo caritas neg logo rina neg

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.