+39 015 0991174 | info@ilfilodatessere.com

News

CERCA LA DOMUS LAETITIAE SU WWW.ILMIODONO.IT e VOTALI !

Basta un clic per fare la differenza!

Dal 1 dicembre al 22 gennaio 2018 potrai sostenere la Domus Laetitiae sulla piattaforma “ILMIODONO” di Unicredit.

Clicca qui per votare Domus Laetitiae tramite i social e via mail.

In base ai voti raccolti UNICREDIT rilascerà un contributo che gli permetterà di acquistare un nuovo sollevatore!

Abbiamo bisogno di te. Grazie!

Per saperne di più clicca sul link sopra oppure qui http://www.domuslaetitiae.com/eventi/

 [Fonte: Corriere della Sera, Buone Notizie - scritto da Rossella Verga]

Il consulente del governo interviene sulla legge per l’autonomia dei disabili. La norma viaggia su due binari i fondi regionali per finanziare progetti per una vita indipendente e la possibilità per i genitori di vincolare il patrimonio per l’assistenza e la cura dei figli

Benessere, inclusione sociale, autonomia. Per garantire questi principi essenziali alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare è stata messa a punto una legge complessa. Stiamo parlando del «Dopo di noi» e della possibilità di assicurare ai disabili un progetto di vita personalizzato oltre la morte dei genitori, o quando i parenti non sono più in grado di prestare assistenza. E il meccanismo che dovrà far funzionare il «dopo» va messo in piedi «durante» l’esistenza, quando gli attori in campo sono liberi di scegliere quali strade prendere, come disporre dei propri patrimoni e come pianificare, nel limite del pianificabile, i tempi futuri.

La legge

Partendo da questa consapevolezza il disegno «Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare» è sfociato in una legge approvata alla Camera nel giugno 2016. Una disciplina ritenuta «innovativa» dal legislatore, ma anche molto contestata soprattutto per l’introduzione dell’istituto giuridico del trust.

Gabriele Sepio

Avvocato Gabriele Sepio, lei è tra i consulenti del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali per la riforma del Terzo settore e ha contribuito, nel 2016, alla legge sul «Dopo di noi». Perché la disciplina è importante?

«Per la prima volta nell’ordinamento giuridico si inserisce una norma di legge per la presa in carico della persona con disabilità quando vengono a mancare i genitori».

Il «Dopo di noi», appunto.

«La legge si chiama “Dopo di noi” ma si occupa in realtà del “durante noi”. I genitori si attivano per accompagnare il figlio in un progetto legato alle specifiche patologie e che possa continuare quando loro non ci saranno più».

Quali sono le fondamenta su cui poggia la legge?

Per saperne di più clicca sul link sopra, oppure qui: http://www.corriere.it/buone-notizie/17_dicembre_12/gabriele-sepio-si-chiama-di-noi-ma-si-costruisce-durante-d22b3d1c-df35-11e7-b8cc-37049f602793.shtml

La Cooperativa Domus Laetitae offre un servizio di Counseling !

Per info e prenotazioni contattare Giorgio Fogliano al numero: 015.474120 o alla e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Hai nuovi obiettivi da definire e da raggiungere, ma anche problemi, sensazioni di blocco, insoddisfazione?

Il Counselor ti aiuta a:

- Cercare soluzioni di benessere in situazioni non psicopatologiche

- Prendere decisioni e gestire crisi

- Migliorare le relazioni

- Sviluppare le tue risorse

- Raggiungere i tuoi obiettivi

[Fonte:Vita.it]

Gli enti di Servizio civile nazionale iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali possono presentare progetti di Servizio civile dal 19 dicembre 2017 ed entro le ore 14 del 5 febbraio 2018 a pena di esclusione. In tal modo sarà garantito anche il rispetto della tempistica per la rendicontazione relativa alla prima fase del Pon Iog, prevista entro il 31 dicembre 2018.

Pubblicato il bando per il Sud relativo alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio, Sardegna e Sicilia. Gli enti hanno tempo fino al 5 febbraio per presentare i progetti

Pubblicato oggi dal Dipartimento per la Gioventù e del Servizio civile un avviso rivolto agli enti per la presentazione di progetti di Servizio civile per un totale di di 3.684 volontari e per un ammontare di quasi 20 milioni di euro. Si tratta di 300 posizioni in Abruzzo, 90 in Basilicata 980 in Calabria, 940 nel Lazio, 374 in Sardegna e 1000 in Sicilia.

«Sono davvero soddisfatto per questo nostro intervento che ha consentito di recuperare ulteriori somme da destinare al Servizio civile, avvicinandoci sempre più all’obiettivo di corrispondere alle numerose richieste dei giovani che desiderano effettuare questa importante esperienza di cittadinanza attiva» dichiara il Sottosegretario al lavoro Luigi Bobba. «Il lavoro sinergico realizzato tra le istituzioni coinvolte è stato efficace e tempestivo, vista la necessità di impegnare le risorse in tempi ristretti. Il Governo continua, dunque, la sua importante opera di coinvolgimento delle ragazze e dei ragazzi nel contesto sociale in cui vivono», conclude «rendendoli così protagonisti nelle loro realtà territoriali e soddisfacendo, al contempo, il fabbisogno espresso da alcune Regioni»

A seguito della sottoscrizione dell’Addendum alla Convenzione tra il ministero del Lavoro e delle politiche sociali e il Dipartimento della Gioventù e del servizio civile nazionale, con il coinvolgimento dell’Agenzia nazionale delle Politiche Attive del lavoro (Anpal), è stata effettuata la riprogrammazione di risorse del Programma Operativo Nazionale - Iniziativa Occupazione Giovani (Pon Iog), consentendo in tal modo di individuare ulteriori fondi da impegnare nella Misura Servizio civile.

Per saperne di più clicca sul link sopra oppure qui http://www.vita.it/it/article/2017/12/19/servizio-civile-ci-sono-quasi-3700-nuovi-posti/145485/

cooperjob logologo cgm logo confcooperative logo caritas neg logo rina neg

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.