+39 015 0991174 | info@ilfilodatessere.com

News

In apertura foto da ricettamilano.it

[Fonte: Vita.it - di Antonietta Nembri]

Superate le 5mila prenotazioni alla tavolata da record nei viali di Parco Sempione: oltre 2,5 km. Oltre novanta associazioni e diversi partner stanno collaborando all'iniziativa ideata dall'associazione Kamba con il Comune di Milano e che chiuderà la kermesse "Insieme senza muri". Al banchetto di sabato 23 giugno porteranno il loro saluto l'arcivescovo Delpini e il sindaco Sala

A una settimana dal banchetto che, sabato 23 giugno al Castello Sforzesco e al Parco Sempione metterà «il mondo a tavola», come osserva Emanuela Vita, fondatrice di Kamba, associazione che con il Comune di Milano ha realizzato l’iniziativa Ricetta Milano, sono ben oltre 5mila le prenotazioni. Una tavolata lunga oltre 2,5 km che non cerca record da Guinness dei primati, ma ha l’ambizione di dar vita a un momento iconico in cui attraverso la condivisione del cibo si vuol mostrare come Milano sia una città “senza muri” in cui milanesi non solo si nasce, ma soprattutto si diventa.

I partecipanti alla conferenza stampa in sala Alessi a Palazzo Marino

Ricetta Milano è il momento conclusivo di una rassegna “Insieme senza muri” che ha preso le sue mosse il 20 maggio da Casa Chiaravalle e che si è dipanata e si sta dipanando in oltre 180 iniziative tra convegni, momenti di sport, mostre, spettacoli teatrali insomma, come ha sottolineato anche Daniela Pistillo – portavoce dei volontari alla conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Marino venerdì 15 giugno - «tutto lo scibile umano» che ha visto muoversi ben 140 soggetti diversi che hanno proposto e organizzato tante occasioni di incontro e condivisione per creare comunità.

Sabato 23 giugno a portare il saluto di apertura della manifestazione ci saranno l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini e il sindaco Giuseppe Sala. Il primo cittadino ha sottolineato: «Milano in questi ultimi cinque anni ha saputo accogliere migliaia di migranti, mettendo insieme istituzioni, enti, associazioni e tantissime persone di diversa estrazione sociale e culturale tutte mosse, innanzitutto, dalla volontà unanime di soccorrere uomini, donne e bambini in fuga da guerre e miseria. Nel tempo molte di queste sono andate via, altre sono rimaste e stiamo cercando, con la stessa determinazione, di dar loro un percorso di integrazione. Milano è una città aperta e solidale, questa è la sua anima e quotidianamente lo dimostra». E ha aggiunto «questa tavolata planetaria, che riunirà migliaia di persone intorno al cibo, simbolo più naturale della condivisione, non potrà che confermarlo». A portare i saluti dell’arcivescovo in conferenza stampa, monsignor Luca Bressan, vicario per la cultura, la carità, la missione e l’azione sociale della diocesi «”Beati gli invitati”. Questa affermazione di Gesù dice bene il senso profondo di un evento come quello del 23 giugno, e anche il motivo per il quale il vescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, vi partecipa portando il suo saluto: la grande tavola di parco Sempione ci si presenta come un laboratorio di umanità e di felicità. In un mondo, anche milanese, dentro il quale i cambiamenti in atto rischiano di creare stili di vita improntati alla paura e alla solitudine, la vera cura consiste nel saper riscoprire le sorgenti della felicità. Queste sorgenti si trovano nella condivisione e nella comunione, nell’invitare e nel sentirsi invitati, nel vivere il cibo come strumento e luogo del legame che ci fa tutti più umani. 

Per saperne di più clicca sul link sopra, oppure qui: http://www.vita.it/it/article/2018/06/15/ricetta-milano-mette-il-mondo-a-tavola/147239/

cooperjob logologo cgm logo confcooperative logo caritas neg logo rina neg

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.